venerdì 20 marzo 2009

Tornei on line - dibattito

Con molta fatica, dopo 15 mesi, si è concluso il campionato on line iniziato nel gennaio 2008. Grazie alla mia ostinazione e perseveranza e grazie alla disponibilità mostrata da tutti i giocatori, siamo riusciti a disputare tutte le partite senza assegnarne nessuna a tavolino - questa a mio avviso è una grande conquista visto che non era mai avvenuto prima.

Indubbiamente un girone all'italiana con 20 giocatori prevede troppi scontri; tuttavia vi ricordo che la naturale evoluzione del campionato appena concluso prevederebbe delle serie da 10 giocatori ciascuna che quindi dovrebbero risultare più agili nel completamento.

Cosa si fa? Molti giocatori mi hanno chiesto quando avrebbe preso inizio il nuovo campionato on line, mostrando un sostanziale interesse.

Un altro difetto del campionato appena conclusosi è stato che anticipando le partite alcuni giocatori avevano terminato il campionato già diversi mesi fa e si è necessariamente persa parte della suspence; questo, a mio avviso, è sicuramente l'altro lato della medaglia. Infatti questa metodologia ci ha permesso di arrivare alla conclusione del campionato riuscendo a giocare tutte le partite senza assegnarne alcuna a tavolino. Ad oggi mi sembra davvero l'unica strada per portare avanti un torneo on line di scrabble, ma se ne può discutere cercando di trovare un'alternativa.

La domanda è: facciamo partire un altro torneo on line? e se si, con che formula?

A voi la parola.

5 commenti:

lalina ha detto...

io dovrei essere l'ultima a parlare visto che sono arrivata in ritardo cosmico su quasi tutte le mie partite. però, a me il torneo online è sempre piaciuto. per non dire che l'ho proposto io per la prima volta, perciò, certo che mi piacerebbe che ce ne fosse un altro e se poi riuscissi ad arrivare penultima sarebbe pure carina come cosa :-) la formula? boh.. siete voi i cervelloni. fate vobis :-)

rumcasusu ha detto...

a me piace l'idea del torneo online. Per garantirne lo svoglimento in tempi brevi basterebbe far sottoscrivere (virtualmente) l'impegno a rendersi disponibili nelle ore serali (altrimenti chi lavora è tagliato fuori). In questo modo, facendo anche largo uso del comando Message su ISC, non dovrebbero esserci grossi problemi coi tempi.. Se uno sa già in partenza che la sera non può.. non si iscrive!

Anonimo ha detto...

sarebbe un peccato abbandonare i tornei su isc; abbiamo sempre ribadito l'utilità che la moltiplicazione degli eventi può avere anche ai fini di una maggiore conoscenza tra noi e quindi di un naturale accrescimento del numero di giocatori disposti a cimentarsi dal vivo. Sulla formula: o tentiamo quella dei tornei a tabellone al meglio delle 5 partite con eliminazione diretta dei perdenti, oppure lasciamo quella attuale con la divisione tra serie A, serie B etc, a condizione però di fissare un calendario giornata per giornata, senza anticipare le partite delle giornate successive. E' ovvio, come già è stato detto, che così si viene a perdere tutto il fascino della suspense: ciascuno di noi avrebbe la sensazione, come accaduto per il torneo appena concluso, di essere impegnato a sbrigare una pratica, che una volta evasa ci lascia liberi da impegni successivi. Ve lo immaginate il campionato di calcio svolto in questo modo??!! Certamente resta la necessità che nel tempo prestabilito vengano esauriti tutti gli incontri di quella giornata. E qui, tra l'impegno che ciascuno di noi deve mettere a rispettare il calendario, il maggior uso del "message to" di isc come detto da fabrizio, e l'adozione della formula "vittoria a tavolino" nei casi acclarati di latitanza di qualcuno, spero si riesca a ridare al campionato la sua naturale caratteristica. ciao rino soluzione

Anonimo ha detto...

brevemente: a me i tornei online piacciono. E spero continueranno ad esistere (con le dovute modifiche).
Kjian

tartaruga ha detto...

ogni giocatore che si iscrive dovrebbe dare la propria disponibilità di giorni e ore. sul blog dovrà essere riportatato un elenco di tutti i giocatori iscritti con la relativa disponibilità in modo che i vari sfidanti, consultando tale elenco possano accordarsi su giorno e ora della partita. si da un limite di tempo per disputare la partita e, nei casi estremi di mancata connessione la partita deve essere assegnata a tavolino. è indispensabile un persona che faccia da riferimento e da arbitro su questa decisione naturalmente.