lunedì 23 marzo 2009

50.000

E chi se lo aspettava! 50.000 accessi in meno di 2 anni. Quando 2 anni fa decisi di aprire questo blog ricordo ancora l'ammirazione con cui osservavo gli oltre 10.000 accessi dello storico sito fiorentino curato da Michele Comerci, ed oggi sono qui a commentare dei numeri che a mio avviso sono davvero straordinari se si pensa a quanto sia monotematico questo blog.
Ne abbiamo già parlato, un oggettivo calo delle presenze c'è stato - si è passati da una media di 100 accessi/giorno ad una media di 70 accessi/giorno che comunque mi sembra più che dignitosa. Per evidenziarlo ho voluto postare in calce il grafico relativo agli accessi degli ultimi 12 mesi.
Sinceramente mi preoccupa maggiormente il calo di presenze ai tornei dal vivo - negli ultimi 5 mesi, escludendo il master, si è giocato solo un torneo dal vivo al quale hanno preso parte solo 7 giocatori non residenti nella sede del torneo. E mi preoccupa anche il fatto che ancora non ci sia stato alcun commento al post riguardante i tornei on line.
Cosa succede al movimento? C'è stato un calo di interesse? Io non bazzico su isc da diversi mesi - nonostante gli svariati nick che mi sono stati assegnati in questo periodo :) - come va sulla piattaforma on line? C'è sempre lo stesso fervore di qualche mese fa?
Il mio consiglio è: proviamo ad analizzare con attenzione la proposta di Stefano Torzoni, non è perfetta e presenta molti difetti ed incongruenze, però potrebbe servire davvero a smuovere qualcosa.
Concludo ringraziando di cuore tutti voi che tutti i giorni vi collegate a questo blog e che ormai da mesi lo seguite con tanto affetto.

Nicotorres




5 commenti:

Lalina ha detto...

Il mio unico problema è che non posso vedere la bacheca (causa poliziotti telematici in ufficio) e perciò non ci posso scrivere, sennò qua sarebbe una casbah impazzita, come all'inizio. Per il resto (i post) cerco di scrivere e partecipare dove posso. Comunque, ci ho pensato e sono arrivata ad una conclusione: naturale calo fisiologico del blog = meno interesse e partecipazione ai tornei. Altre spiegazioni non ci possono essere. Tanti, tanti mesi fa, in bacheca, chiesi a qualcuno perchè, secondo lui, ad un certo punto, l'interesse e la pratica dello scrabble diminuivano in certe persone e come mai era diminuito, anni fa, negli "storici" dello scrabble italiano. Premesso che feci il grandissimo errore di porre questa domanda a Stefano Torzoni (logorroico e tema-deviante per natura) :-)) e premesso che da una cosa si arrivò ad un'altra, il succo del discorso fu che, vuoi per impegni personali, vuoi a causa della "naturale" evoluzione della curiosità ludica personale di ognuno di noi, l'impeto iniziale si smorzò e tutto tornò a sopire. Cosa possiamo fare per farlo ritornare? Tu, intanto, smettila di giocare a poker... :-) Poi... idee ne avrei ma non ho il maledetto tempo di farlo. Diciamo che la segretaria avrebbe bisogno di un pool di circa altre tre o quattro segretarie come lei per riuscire ad andare a riacciuffare tutti i nostri soci che si sono persi per strada. Ho in mente certe persone che non partecipano più al blog, su isc e tutto il resto. Ho in mente di andarle a prendere per la collottola e capire se davvero è finita tra loro e lo scrabble o se abbiamo ancora speranza. Ho in mente mille cose ma, come dicevo all'inizio, ci vorrebbero giornate di 50 ore per fare solo la metà di quello che abbiamo in mente di fare.
Lalina ha parlato. ;-)

Lalina ha detto...

... mi sono persa un "vuoi" che andava prima di "l'impeto iniziale": vuoi per ragioni personali tipo: malattie, impegni familiari, costi per partecipare a un torneo e tante altre piccole cose che, messe assieme, sviano i nostri interessi dallo scrabble.. Etc, etc..

Altra piccola nota finale: mi sembra, comunque, logico che non ci sia più l'interesse iniziale. Quando io devo capire qualcosa di questo tipo, riporto tutto a come si comportano i bambini con i loro giochi. Cosa fa tua figlia quando le compri un gioco bellissimo che voleva da tanto? Ci gioca per un pò, tutti i giorni, sempre, fino alla nausea... Oppure quando le compri un film che le piace un casino? Lo vede tutti i giorni fino alla nausea. Ecco, fino alla nausea. Questa, secondo me, è la chiave di lettura. Ne abbiamo/hanno fatto una scorpacciata. E allora? Dopo cosa succede ai bambini? C'è un gioco, un film che, dopo essersi presi un pò di Malox emotivi, riprendono in mano? La risposta è si, grazie a Dio. E sono quelli che tu pensavi che mai e poi mai avrebbero ripreso perchè davvero, secondo te, ne avevano avuto tanto. Ci vuole solo tempo, penso, e costante attenzione all'evoluzione delle cose e, non mi viene in italiano, "follow up", ecco. Solo questo.
Mò basta sennò mi parlo da sola.
cià
r
ciao
r

indurain ha detto...

Io metterei delle donnine gnude in homepage... :-)
Scherzi a parte, concordo con Lali sulla (fisiologica) fase di rigetto dovuta ad una scorpacciata di scrabble che negli ultimi due anni ha visto aumentare notevolmente le presenze ai tornei, nonchè la passione per il gioco on-line.
Io comunque non mi allarmerei: negli ultimi 5 mesi (dagli Sforzeschi ad oggi) si è giocato un solo torneo dal vivo (Lanterna) escludendo il Master che comunque non era Open, ma a inviti.
Mi aspetto che col susseguirsi serrato dei tornei storici dei prossimi mesi (FSM, Napoli, Tevere, ecc...) l'interesse si riaccenderà e gli scrabblisti si ricompatteranno di nuovo attorno al blog.

E.

Anonimo ha detto...

Per vs opportuna informazione:
a parte la fase di rigetto, ho fatto delle ricerche sui "soliti sospetti" e ho avuto conferma che in molti vengono ancora e periodicamente sul blog ma praticamente nessuno commenta più... la ragione non la so ma molti mi hanno detto che non hanno il tempo di farlo...
ciao
r

Anonimo ha detto...

nico non ti preoccupare è tutta colpa del poker!!!!!! e meno male che noi resistiamo alla tentazione. ciao rino