domenica 27 gennaio 2008

Coppa America 2008

ELVIO IL “DEFENDER”
_
E’ Elvio Squarcia il vincitore del torneo fiorentino.
Domina la prima edizione della Coppa America concludendo un percorso fantastico con ben 8 vittorie su 8 partite (anzi 9 su 9 e dopo spiegheremo il perché).
La prima giornata si conclude dopo 5 turni di italo-svizzero che vedono qualificarsi per le finali: Squarcia, Gianni, Leri, De Landro, D’Ambrosio, Cogliolo, Sirianni, Stefan. Gli altri 16 giocatori si giocheranno il torneo “consolation” per aggiudicarsi la Vela d’Argento.
Squarcia – primo classificato – sceglie come avversario per i quarti Cogliolo. Gianni sceglie Stefan. Leri sceglie Sirianni ed a De Landro non resta che giocare con D’Ambrosio.
Alle semifinali passano Squarcia che sceglie Stefan e Sirianni che gioca con D’Ambrosio.
Si arriva alla finalissima tra Squarcia e D’Ambrosio.
I due giocatori sfruttano entrambi tutto il tempo a loro disposizione arrivando alla chiusura con pochi secondi residui. Alla penultima mossa Squarcia esaurisce il suo tempo ma D’Ambrosio non se ne accorge e gioca la sua mossa. Squarcia gioca istantaneamente l’ultima mossa e chiude vittorioso la partita (622/604). A quel punto viene avanzata una contestazione da D’Ambrosio che contesta all’avversario lo scadere dei 22 minuti a lui spettanti. A termini di regolamento la contestazione non appare fondata, pur tuttavia Squarcia si mostra da subito disponibile a rigiocare la partita. La finale viene dunque rigiocata ma il risultato finale non muta.
Ottima prestazione di Alberto Stefan che arriva ad un soffio dal suo primo podio, perdendo la finale per il terzo posto contro Sirianni per soli 7 punti. Inoltre Stefan aveva offerto la sorpresa più rilevante dei quarti eliminando con autorevolezza Andrea Gianni, uno dei favoriti per la vittoria finale.
Una nota anche per Lucia Cogliolo che dopo un’ottima prima giornata ha dovuto accontentarsi di un ottavo posto racimolando purtroppo 3 sconfitte nei 3 incontri domenicali.

A TORZONI IL “CONSOLATION”

Contestualmente alla Coppa America si è disputato anche il primo torneo “consolation” nella storia dello Scrabble italiano. In pratica i giocatori classificatisi dal 9° al 24° posto dopo i primi 5 turni del sabato continuavano il loro torneo di italo-svizzero con altri 3 turni. Il torneo se lo aggiudica Stefano Torzoni grazie ad un buholz migliore di Gianna Berardicurti – ottima seconda.

NESSUN “PROBLEMA” PER D’AMBROSIO

Rino D’Ambrosio si aggiudica il problema su modulo proposto da Stefano Torzoni.
L’organizzatore aveva preparato uno schema di partita e, dato un set di sette lettere, i partecipanti avrebbero dovuto trovare le 15 soluzioni complessivamente totalizzanti il maggior numero di punti.
Secondo classificato in questo simpatico evento è l’inimitabile Ermanno Romano. I primi due giocatori sono stati anche gli unici a riuscire a giocare ben 15 bingo!

Infine una nota sulla precisa organizzazione fiorentina. Tutto è filato liscio. Nonostante la novità della formula proposta da Stefano anche il software ha funzionato perfettamente ed i tempi sono stati in linea di massima rispettati. I risultati sempre puntualmente aggiornati anche grazie al validissimo apporto di Marco Lorenzi – campione italiano di giochi di parole del 2001 – che ha svolto con grande perizia e competenza anche il compito di arbitro del torneo.
La sede si è dimostrata logisticamente perfetta. Centrale, silenziosa, gradevole. Verrà probabilmente confermata anche per l’imminente Florence Scrabble Master 2008 che si giocherà il 19 e 20 aprile.
Concludo con una piccola nota storica regalataci da Ermanno Romano: proprio il 26 gennaio 1583 si tenne in Firenze la prima adunanza storica dell'Accademia della Crusca - notizia tratta dall'agenda letteraria del 2008. Buffo che noi si sia giocato la Coppa America a Firenze e proprio in quella data, non trovate? Grazie ad Ermanno per questa simpatica curiosità.

16 commenti:

Ceci79 ha detto...

E' stato bello conoscervi!!!!!!
A prestissimo ;-)

Lalina ha detto...

bravi!!!!

Nicotorres ha detto...

Per kjian: quando si perde si è sempre stati meno forti. Io la penso così! Credo, in tutta onestà, di essere stato abbastanza sfortunato nella pesca contro di te però se di fronte non avessi avuto un avversario che ne avesse saputo approfittare...
Quello che mi viene da dire è che sono stato quello che più di altri ha pagato cara la nuova formula ideata da Stefano. Infatti guardando i risultati con l'italo-svizzero sarei arrivato secondo o giù di lì!
Ma la mia è solo una considerazione e non una lamentela, anzi rigiocherei volentieri con questa formula con l'unico correttivo del 2 su 3 negli scontri diretti - abbiamo visto che il tempo ci sarebbe stato.
Per il resto grandi complimenti a Stefano, Marco, Ginetta ed a tutti coloro che hanno collaborato all'organizzazione. Aiutati da una cornice meravigliosa ci hanno fatto trascorrere un bellissimo fine settimana ludo-culturale.
Infine grandi complimenti ad Elvio, che io ritengo uno dei giocatori più forti e più corretti del circuito. Ha finalmente ottenuto un prestigioso risultato che meritava già da tempo (troppo poco la sola vittoria agli Sforzeschi di 3 anni fa per un giocatore forte come lui...).
Chiudo dicendo che vorrei aprire un dibattito sulla "chiacchierata" fatta con Rino al termine della sua prima partita contro Elvio. Presentava numerosi spunti interessanti e dal punto di vista regolamentare e dal punto di vista umano. Sto solo valutando se aprire un post apposito sull'argomento.

Anonimo ha detto...

Mi unisco a Nico e ringrazio Stefano e tutti gli organizzatori del torneo per averci messo a nostra agio. Due bellissime giornate nel cuore di una magica Firenze.
Per quanto riguarda la formula, io preferisco nettamente la italo-svizzera.
Infine, i miei sincerissimi complimenti ad Elvio; vittoria meritatissimia, per un formidale giocatore di scrabble e, ultimo ma non meno importante, un raro esempio di disponibilita' e correttezza.
Domitilla

Anonimo ha detto...

grande elvio..
hai saputo approfittare della mia assenza per vincere..
andjj

Anonimo ha detto...

Mi unisco ovviamente ai complimenti calorosissimi ad Elvio. Davvero è fortissimo e davvero è tra i più corretti e umili giocatori. Cosa non da poco.
Poi, come dicevo in bacheca, mi è piaciuto davvero molto il weekend, ho avuto modo di chiacchierare di più con molti, il posto era splendido e l'atmosfera rilassata e amichevole.
Circa l'italo svizzero: in generale mi piace, ma come mi diceva Elvio, sarebbe più sensato e realistico se si giocasse un numero maggiore di turni (ma non c'è il tempo per farli). In fondo, e non perché sono arrivato quarto, la formula della Coppa America a me è piaciuta. Magari ci penserei un attimo sulla scelta dell'avversario per i primi. Poi, considerando il mio risultato come fosse stato un torneo italo-svizzero sarei arrivato decimo credo...ma sarebbero cambiati gli avversari. Non avrei trovato te al sesto turno. Né molto probabilmente avrei incontrato Norrin dopo aver perso con Elvio. Quindi i risultati di molti non credo possano essere considerati sotto questa luce.

k

Anonimo ha detto...

Ringraziamenti.

salve,

volevo ringraziare tutti gli intervenuti al torneo di firenze Si trattava della mia prima esperienza come organizzatore e chiedo scusa per le eventuali incertezze che posso aver avuto.
spero davvero che vi siate divertiti.

una doveroso riconoscimento
a mia moglie ginetta che mi sopporta e ancora mi manda a giro
a giocare nonostante abbia 46anni....
e che mi ha aiutato tantissimo
in questa edizione

un ringraziamento in particolare
all'amico marco lorenzi che mi ha dato una grossa mano facendo da arbitro. chissà che non gli torni la voglia di giocare....

infine ma non per ultimo, un grazie ad elvio squarcia per aver
dato lustro a questo weekend con la sua abilità e la sua sportività.

nel frattempo elvio ti ho trovato
un po' di lavoro: il software per la prossima edizione ed il ruolo
di arbitro per la prima parte.
del resto nella prossima edizione
avrai da giocare solo la domenica.

arrivederci
a presto

stefano

Anonimo ha detto...

Mitico Stefano!

k

tartaruga ha detto...

ho visionato i risultati e le classifiche che sicuramente rendono merito ed onore al vincitore mentre per i piazzamenti come fa notare nico, questa formula ha penalizzato alcuni ed avvantaggiato altri.
secondo me la formula più equa per premiare i più meritevoli e motivare i meno forti o i più sfortunati è giocare la prima giornata 4 incontri con l'italo svizzero e , la domenica, due tornei distinti dividendo in parti eguali il numero dei giocatori ( 12 e 12 per esempio) ed usare sempre cmq la formula dell'italo-svizzero evitando cosi le partite ad eliminazione diretta.
non so se mi sono spiegato... speriamo di si :)

indurain ha detto...

Ragazzi,
grazie a tutti per gli splendidi commenti. Faccio anch'io i miei ringraziamenti.

Grazie innanzitutto a Stefano per aver avuto l'idea di organizzare un torneo con questa formula. Forse sarà stata penalizzante per alcuni e premiante per altri, ma sicuramente ha portato un pò di novità nel classico ciclo di tornei col sistema italo-svizzero.

Grazie a tutti i partecipanti che hanno dato lustro al torneo, che ha confermato la tendenza recente che vede in aumento sia il numero di giocatori che il loro livello. Permettetemi di fare dei complimenti particolari alla giocatrice Berardicurti che ha sfiorato la vittoria nel "consolation" ed al giocatore Leri che ha confermato i suoi progressi entrando di forza tra i primi 8.

Ringrazio Omar e Eddy per non essere venuti. :)

Infine ringrazio sinceramente il mio ultimo e più ostico avversario: Rino D'Ambrosio. Vorrei che i vostri complimenti fossero rivolti anche a lui, che io considero un giocatore quantomai leale e corretto. L'esito della finale ha lasciato l'amaro in bocca un po' a tutti, me compreso. Il finale di partita è stato quantomeno 'discutibile' in termini di regolamento... ed il fatto di aver accettato di rigiocare (secondo me) fa onore soprattutto a lui.

A presto (Napule è mille culureeee...).
Elvio

erpantera ha detto...

Mi unisco a tutti per i complimenti all'organizzazione davvero impeccabile.
Ringrazio il vincitore che mi ha citato considerando i miei progressi.
Soprattutto però, voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, per avermi fatto passare uno splendido fine settimana:)))

Anonimo ha detto...

Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione dello splendido torneo di Firenze. A tutti i partecipanti un grazie di cuore per aver fatto di un evento competitivo un'occasione di incontri amichevoli.
Al vincitore faccio come gli altri un applauso per la vittoria...ma perdonatemi se confesso che mi "sciolgo" più per gli apprezzamenti alla sua persona che alla sua capacità nel gioco...
Grazie a tutti tutti tutti...e a presto!

Nicotorres ha detto...

Firmati! Anonimo, o più probabilmente anonima giocatrice...

Anonimo ha detto...

cuore di mamma ? :-)))
Domitilla

lopetta ha detto...

Si, Domy cara!!..cuore di mamma! Giuro che non volevo essere anonima...ma era la prima volta che lasciavo qui un mio messaggio, e non avevo indicato il nick per incompetenza pura!

rinodam ha detto...

Prima di lasciare un mio commento alle "regate" della favolosa ed innovativa Coppa America, ho aspettato che cessassero gli incubi che hanno caratterizzato le mie ultime notti. Altissimi campanili con enormi orologi che battevano il tempo ad ogni minuto con assordanti colpi di campane. Camionette della PS che si spostavano freneticamente da un punto all'altro della "plancia". Un fatiscente ospizio per stagionati giocatori di scrabble in stato di confusione irreversibile. Scene sanguinolente di un delitto nelle quali la povera vittima con la pancia SQUARCIAta chiedeva inutilmente pietà al suo carnefice. Un enorme avvoltoio nero che sorvolava la scena con un ghigno satanico e con, negli artigli, i 5 codici e ingiallite bozze di regolamenti. Evidentemente sarà stata colpa di una indigestione o delle abbondanti libagioni (del resto, grazie all'efficiente organizzazione c'era in abbondanza sia da mangiare che da bere). Come dicevo gli incubi sono cessati. Sto già preparando il piano per un pronto riscatto. Resta, quindi, il piacere di essere stato ancora una volta in piacevole compagnia; di avere finalmente infilzato il dragone e di avere ammorbidito una delle mie bestie nere; di avere constatato che nel prossimo torneo per club, quello che sta per nascere a roma giocherà senz'alro un ruolo da protagonista,alla luce della performance della "famiglia" squarcia. Chiedo scusa se ho creato qualche imbarazzo per la mia, del resto blanda, contestazione.L'episodio ha tuttavia evidenziato la necessità di disporre quanto prima di un regolamento chiaro anche nelle norme che devono disciplinare l'uso dell'orologio e la gestione del tempo di gara. Ho apprezzato la cavalleria di elvio e lo ringrazio. Come era naturale hanno prevalso anche in questa occasione i sentimenti di amicizia ed il senso di sportività. Complimenti a stefano & C. per avere realizzato al meglio il "sogno" della Coppa. Arrivederci a tutti voi all'ombra del vesuvio.