giovedì 29 ottobre 2009

Ranking 2009 - il resoconto

Nemo propheta in patria? Mah…

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali oppure fanno ingrassare
(George Bernard Shaw)

Nell’ultimo fine settimana si è svolta a Roma la terza edizione del torneo del RANKING, svoltosi col patrocinio del Municipio Roma III, Assessorato Politiche Sociali, presso la Sala Cittadina del Parco Fabio di Lorenzo. Il tempo è stato clemente, e dopo alcuni giorni di temperature ad una cifra (3-4° C) un gradevole tepore rinfrancava gli aspiranti giocatori che il sabato pomeriggio cercavano invano di trovare la sede del torneo (in molti non avevano capito che si trattava di una delle iniziative di Rino volte a fiaccare fisicamente gli avversari).

Il torneo iniziava in orario e i 23 impavidi giocatori, non equamente divisi tra uomini e donne (erano infatti solo 6 le pulzelle) iniziavano il primo turno fino alla materializzazione della ciliegina sulla torta per il torneo (vabbè, ciliegina forse non rende bene l’idea, facciamo cocomero…): infatti all’inizio del secondo turno si palesava il 24° giocatore, il campione italiano del 1997 Giuseppe Ricciardi, che anche se in evidente difficoltà per il ritorno alla competizione dopo un decennio (pensate solo alle sigle da 3 lettere), affrontava coraggiosamente l’evento riuscendo anche a vincere 2 delle 6 partite disputate.
Folta e di grande qualità la partecipazione campana, anche se per questa volta fuori dal podio.

La fredda cronaca? C’è veramente poco da dire, gira e rigira il torneo del Ranking lo vince sempre lui, l’inossidabile Rino, non c’è speranza alcuna di scalzarlo dalla prima posizione. E’ vero che ultimamente c’è il vizio di organizzare i tornei e vincerli (leggasi i recenti Coppa America e Gaeta) ma farlo per tre volte…

Sul podio del ranking (nella prima edizione c’erano anche Bellini e Torzoni, nella seconda Gianni e Giambrone) oltre all’inossidabile Rino troviamo la bravissima Lucia Cogliolo ed Elvio Squarcia, forse un po’ distratto dagli eventi.

Il torneo è stato ricco di colpi di scena, ma la strategia di Lucia era già chiara: decideva di perdere al primo turno per poi risalire zitta zitta la classifica vincendo in sequenza tutte le partite (Colangiuolo, Nardone, Leri, Romano, Squarcia e Sirianni le vittime della trionfale cavalcata che la portava in finale).

Ovviamente in finale, un po’ appagata dai risultati, un po’ per rispetto per il decano organizzatore abbassava il livello del suo gioco pregustando l’amatriciana che l’attendeva a pochi metri in sala ristorante.
Propositi di abbandono definitivo dell’attività da parte di Colangiuolo, che so già che desisterà dall’insano proposito. Alla richiesta di quale fosse il suo sogno nel cassetto per il torneo ha risposto: “Nel cassetto non ho sogni, ma calzini e mutande”…
Infine un ringraziamento a tutti i gentili sponsor della manifestazione.

I freddi numeri:
punteggio più alto raggiunto: De Landro Diego 854
vittoria con punteggio più basso: Annunziata Ciro 479
sconfitta con punteggio più alto: Sirianni Fausto 689
vittoria con minimo scarto: Avolio 508--515 De Santo
miglior differenza punti in sette partite: Bellini +751 (2 perse)
Rino, Ermanno ed Elvio sono gli unici ad aver superato in 3 partite i 700 punti (Elvio in sequenza nelle prime tre partite)
Bellini e Sirianni hanno fatto almeno 600 punti in ognuna delle sette partite


Giocata più simpatica: ESCUBIA che incrocia con Spensami
Giocata più contestata: ISTAMMI (ritenuta in torneo non valida, poi riabilitata rileggendo a bocce ferme il dizionario, poi nuovamente confutata, ma la telenovela non è ancora terminata…)
Giocate non valide: OFFLINE (valida off-line), RIOSEREI (verbo riosare inesistente), AEROFILO (termine non presente sul dizionario di riferimento)
Ps: Parole che personalmente ricorderò per il male che mi hanno fatto… INDRIZZO e MAGAVO
Pietro Rossi

Classifica finale

1ø D'Ambrosio Rino
2ø Cogliolo Lucia
3ø Squarcia Elvio
4ø Torzoni Stefano
5ø Bellini Edgardo
6ø Sirianni Fausto
7ø Giambrone Maurizio
8ø De Landro Diego
9ø Leri Christian
10ø Nardone Raffaele
11ø Rossi Pietro
12ø Cozzolino Carmela
13ø Romano Ermanno
14ø Berardicurti Gianna
15ø Mirabile Francesco
16ø Leone Stefano
17ø Avolio Ivania
18ø Morisi Carla Maria
19ø De Santo Giuseppe
20ø Colangiuolo Enrico
21ø Ricciardi Giuseppe
22ø Angeletti Claudia
23ø Annunziata Ciro
24ø D'Ambrosio Silvio
_
_

20 commenti:

Francesco Mirabile ha detto...

...e' vero...sono stato...acquistato all'ultimo momento per il ranking del 24/25.10...bell'acquisto! squarcia m'ha bastonato ancorche' romano come me...ma peggio ancora m'ha bastonato pure...il romano.... che romano non e'... beh, mi rifaro'....si, mi rifaro'.... saluti a tutti

26 ottobre 2009 19.22

Ivania Avolio ha detto...

ho avuto brutte lettere ed è un periodo in cui la mia distrazione ha superato i livelli di guardia ma... prima, ultima o 17-esima, che conta se ho potuto aprirmi in un sorriso sconfinato quando Christian il panterone, accostandosi alla mia macchina in uscita da Roma, mi ha rivolto un epico "kekazzkombini?". Pensavo che nessuno si fosse accorto che avevo 1) sbagliato ad incolonnarmi 2) saltato la fila per non ostruire il passaggio nella colonna non mia 3) azionato più volte i tergicristalli invece di spegnere gli abbaglianti (in pieno pomeriggio soleggiato!)..chissa da quanto tempo era dietro di me a sconcertarsi per le mie bizzarre manovre da "donnalvolantepericolambulante!"
si, forse qualcuno si dispiace per le mie osservazioni sul blog e mi toglie il saluto ma non mi ha certo tolto l'appetito..infatti la pizza nonstop di sabato e l'amatriciana della domenica mi hanno fatto abbassare il baricentro di circa 10cm. Ma quello per cui affronterei ben altro che bufere di neve e uragani è l'atmosfera della premiazione: pregna di una tenerezza surreale davvero esilarante! C'è un pò di smobilitazione, valigie pronte vicino all'ingresso e tavoli con plance non più piene di enclitiche azzardate e..comincia lo spettacolo. Se ci fosse un applausometro lo faremmo ammattire perchè siamo poco generosi ma ogni tanto, senza alcun motivo ragionevole, gli applausi hanno dei picchi..boh, ma mi fa ridere da matti. E che dire poi della solennità con cui il Capo Rino ti chiede di scegliere fra un pacco di biscotti denominati "lupacchiotti" o l'altro di "aquilotti"e fra marmellata di albicocche o ciliege? E della serietà sorridente con cui Pedrored immortala i premiati pronunciando improbabili frasi rituali?
Centinaia di km con jazz a volume da discoteca ma quando torno a casa apro il pacco di lupacchiotti e ci spalmo su la confettura di ciliege.. mhmm(=valida), sicuro il colesterolo sale mooolto più del rating, mentre il baricentro è in picchiata... sono contenta di esserci stata e ci voglio anche tornare
ivania

26 ottobre 2009 21.41

Pedrored ha detto...

mi sembra di sentirlo quel "kekazzkombini?"

27 ottobre 2009 0.30

Rinodam ha detto...

ogni volta che leggo i commenti a qualche evento, come quello di ivania per il ranking, o quello di rosa per ludica, o quelli di tanti altri che sanno trattare tutti gli argomenti con ironia e padronanza della lingua, penso che forse il lato più divertente dei nostri tornei è proprio la lettura di questi piccoli capolavori.

28 ottobre 2009 16.44

Nicotorres ha detto...

Pietro complimenti, sei diventato il nostro relatore ufficiale. Davvero divertente ed interessante il tuo commento al ranking romano. Un ovvio inchino al mio maestro ed un grandissimo applauso a Lucia.

Norrin Radd ha detto...

Davvero carino, bravo Pietro!

maurizio ha detto...

Bel torneo, complimenti a tutti. Anche la sede non era male, considerato che per chi viene da lontano la metropolitana a due passi è sempre comodissima.

P.S. Credevo che la frasse citata fosse di Wodehouse, non Bernard Show.

luzzi ha detto...

uella grazie x i complimenti nico e io li giro a pedro x il suo resoconto...molto simpatico, come mi aspettavo :-)
Alla prossima volta, mi sono divertita molto e non solo x il mio risultato da record ;-)

luzzi ha detto...

...record PERSONALE naturalmente.....

AlbertoC ha detto...

Dai, almeno scrivete la citazione col nome dell'autore giusto...

Anonimo ha detto...

scusate, in effetti il nome dell'autore è sbagliato:

infatti è George Bernard Shaw, e non George Bernard Show

:o)
pedrored

Anonimo ha detto...

se avessimo fatto le foto in bianco e nero sarebbe sembrato un vecchio torneo

ricciardi, rossi, colangiuolo, mirabile, angeletti, i fratelli d'ambrosio,

sembra una prova del mitico campionato romano

fortunatamente sembra che sia possibile recuperare anche parzialmente parte della vecchia guardia che tanto ha fatto per lo scrabble.

si stanno gettando le basi per far rinascere il fortissimo circolo romano.

buon lavoro pietro e rino.

Dragone ha detto...

Un bel torneo,ricco di "romanità" e fortunatamente non solo grazie al tifoso energumeno che strillava impropèri all'arbitro ed agli avversari il sabato pomeriggio in occasione di una partita di calcio dilettantistico svoltasi a latere del nostro torneo.
Complimenti a tutti i romani ed in particolare a Rino e Pietro.

rinodam ha detto...

Dopo l'autorevole e divertente pezzo del presidente del club romano, a me non resta che qualche notazione a margine. Prima di tutto i ringraziamenti, che non sono formali: certamente grazie al municipio 3° di roma, ed al suo assessore per le politiche sociali Guido Capraro, per la sensibilità e la collaborazione dimostrate; certamente grazie agli sponsor che assicurano una parte non indifferente del montepremi, e comunque consentono di mantenere vivi i legami di carattere istituzionale; ma soprattutto grazie al manipolo di giocatori che con la loro presenza da veri appassionati permette a tutto il gruppo di garantire ormai una presenza media ai tornei di 20/25 persone. Un numero che farebbe ridere a confronto con quelli che altre discipline o altri giochi meno nobili, come quelli a base di carte, siano esse regionali, italiane o francesi, riescono a raggiungere.
Ma noi siamo contenti così! Un gruppo di amici che ogni mese o quasi, trovano la forza, il tempo, le risorse - anche quelle finanziarie -, le motivazioni per garantire a turno il mantenimento di quel livello di presenze.
Esprimevo proprio questa soddisfazione con alcuni di voi già la sera di sabato nel constatare quanto solidi ed importanti siano diventati nel frattempo anche i rapporti tra di noi, che non esiterei a definire di vera e propria amicizia.
Per quanto riguarda la sede del torneo, mi pare che abbia incontrato il gradimento di tutti. Se nel futuro verrà confermata, non avremo più i disagi che stavolta abbiamo riscontrato per i lavori in corso nel giardino esterno. Certamente la sua posizione(ad un passo dalla metro tiburtina) ha garantito spostamenti rapidi e sicuri. Nessuno ha perso il treno; tutti sono rientrati regolarmente nelle loro abitazioni (compresa ivania malgrado i kekazzokombini). E compresa Lucia che pure avevo messo nelle migliori condizioni, facendole disputare una delle finali più veloci della storia dello scrabble (vedere il punteggio finale per credere). Uno degli aspetti di maggiore soddisfazione è stato, infine, quello di qualche gradito ritorno (ricciardi, angeletti- mio fratello non lo cito per il disonore nel quale ha gettato la famiglia!!!) e di qualche piacevole conferma (di santo, annunziata, colangiuolo). Continueremo a tentare di riportare al tavolo qualche pecorella smarrita, di cui sentiamo la mancanza (piccinnu, borgnino, edox, angelo monti, dinale, bassetti). Per questo contiamo sulla vitalità che certamente avrà il club romano.
P.S.: mi sono personalmente posto un obiettivo. Far giocare ermanno senza l'ingombro per sè e per gli altri, degli smisurati fogli sui quali registra puntigliosamente tutte le mosse. Dal prossimo torneo, pertanto, sarà vietato tenere sul tavolo di gioco, tutto quello che sia diverso dal tavoliere, dall'orologio, dalle penne, dai legii, e dai foglietti segnapunti ufficiali. Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Nell' adunirmi a quanti hanno espresso complimenti doverosi sul recente Torneo del Ranking, di cui a me è piaciuta soprattutto la sede, sia per la sua spettacolarità ambientale sia per la facile e comoda raggiungibilità, io, Amore Normanno altrimenti detto Cricchino, al secolo Ermanno Romano, tengo a precisare all'impeccabile amico nonchè maestro di scrabble - ed anche di vita - Rinodam che i fogli sui quali annoto con solida tenacia le mie mosse nonchè quelle dell'avversario non sono poi così 'ingombranti' come Egli li definisce, dal momento che sono normalissimi fogli A4!!! Quanto poi al divieto di uso dei medesimi, da Lui solennemente sancito, tengo altresì a sottolineare che io, che gioco - ed ho da sempre giocato - per pura sportività e semplicemente per trascorrere qualche giorno spensierato in compagnia di persone con le quali condivido un hobby specifico, prima di ogni partita chiedo - ed ho sempre chiesto - con correttezza al mio avversario se gli è ragione di fastidio o disturbo il fatto che io segni le mosse: gioco a scrabble dal lontano 1994 ed a tuttoggi un solo avversario mi ha pregato di non farlo, e cioè la mitica ed ineguagliabile Amica Rara, al secolo Carlamaria Morisi, che peraltro in tempi recenti è receduta da queste sue posizioni - Iddio la benedica! - . Non credo pertanto che sia vietabile - e mi chiedo se VIETABILE ci sia sullo Zingarelli 2009! - l'uso dei miei amati fogli: in caso di intolleranza agli stessi, basta chiedere al sottoscritto di non usarli! Un cordiale saluto a tutti ed un sincero ringraziamento per quanti hanno avuto la bontà e la pazienza di leggere questo mio chiarimento

rinodam ha detto...

AHIA AHIAI temo che il buon ermanno mi abbia preso sul serio; è ovvio che non potremmo mai vietargli l'uso di fogli su cui riscrivere mosse e relativi punteggi. Siamo convinti però(io e molti altri) che libero da questo impegno supplementare, che produce forse stress e comunque deconcentra e costa qualche minuto in più nell'economia del tempo a disposizione, l'esimio compagno di giochi possa rendere molto di più: almeno 50/70 punti a partita. Ma anche in questo caso, tutto è poco più di un gioco. Una sorta di scommessa tra amici. E quando si parla di scommesse.....ci si intende, vero ermanno? Con simpatia ed affetto, rino

rinodam ha detto...

Dimenticavo: VIETABILE è regolarissima. E' quell'adunirmi che ti farebbe perdere qualche punto in torneo; a meno che, ermanno, non sia stato un lapsus calami. adunarmi invece di adunirmi...

Anonimo ha detto...

Carissimo Rino, Cricchino ti ringrazia per i chiarimenti, soprattutto per quelli linguistici, e si augura di incontrarti alla prima occasione, salutandoti ne frattempo con grande ed indefettibile simpatia. A presto!

Anonimo ha detto...

Ciao Rino, legii é un lapsus calami?
Ciro

rinodam ha detto...

accidenti che occhio!!la prossima volta assumerò un correttore di bozze.