mercoledì 19 dicembre 2007

Vuota il sacco

Cricchino o come a lui stesso piace di più, Amore Normanno...insomma l'inossidabile Ermanno Romano lancia a tutti gli amici scrabblisti on-line e non una sorta di sfida volta ad ammazzare il tempo durante le feste natalizie e di fine anno, per le quali egli coglie l'occasione per porgere a tutti i suddetti amici i più cari ed affettuosi auguri.
In realtà, Cricchino si è divertito a "vuotare il sacco" contenente le magiche 120 lettere della dotazione standard e ad utilizzarle tutte per formare una frase, ovviamente di senso compiuto, di tematica attinente al nostro beneamato gioco, potendo attribuire ai due jolly qualsiasi valore letterale. A lui stesso è venuta la frase seguente, che però si conclude con un vocabolo inesistente:




"Lo scrabble è un gioco che appassiona e diverte milioni di persone in tutto il mondo. Ha regole affatto facili. Qua usiamo bravura come scovamazzo"
Cricchino

Le lettere in blu sono i due jolly.
Nell'invitare a fare di meglio tutti quanti se la sentissero di armarsi di sacrosanta pazienza ed affrontare una simile impresa, Cricchino ricorda che naturalmente non è possibile né cambiare né "sopprimere" nessuna delle lettere del sacchetto. Esse, quindi, dovranno essere utilizzate tutte e soltanto una volta, come in ogni anagramma degno di questo nome. Un'ultima nota prima di levare il disturbo, se qualcuno avesse una seppur pallida idea di cosa possa mai essere lo "scovamazzo" potrà gentilmente comunicarlo al mittente di questo messaggio, il quale sarà ben lieto di ricevere informazioni in merito.
Saluti a tutti e ancora Buone Feste!



"Qua con le lettere bianche, e anco un po di culo, puoi scrivere gozzovigliavamo o sgrammatichiamo. O sfodera solfobatterio. Fai manbassa dei punti."
Otelma
_
"Lo Scarabeo può scopiazzare lo Scrabble? Vergogna! Sono veramente infuriato! Voi che dite di questo? Una futile faida?... Sí, amico, mi calmo. Ma ho pianto."
Marco Palasciano
(amico scrittore di Ninfodoro nonchè mago della manipolazione linguistica)
_
"Amavamo lo Scrabble, duro giuoco di pochi appassionati. Consiste nel formare con dovizia parole anche buffe. Questo emoziona e meraviglia tutti."
Dragone

8 commenti:

Nicotorres ha detto...

Chiedo gentilmente a Fausto, che mi ha girato il divertente messaggio di Ermanno, di indicarmi quali siano i due jolly perchè non sono riuscito a visualizzare le sottolineature di cui mi parlavi.

norrin ha detto...

I jolly sono la N di mondo e la L di facili, saluti :)

Lalina ha detto...

Bella, questa... Mi piace proprio. Beh, se la frase è intesa come: "qua usiamo sia la bravura che lo scovamazzo" allora io penserei: SCOVA (da scovare/scoprire) e MAZZO (da DERETANO CON DIMENSIONI SPROPORZIONATE) e, perciò:

SCOVAMAZZO: pratica di gioco applicata da alcuni noti giocatori di scrabble dove, a coloro che lo hanno talmente grosso (il mazzo) da non poterlo contenere nell'abbigliamento, il mazzo esce, traboccando, tracimando in maniera dirompente, dal suo ormai costretto e ristretto alveo per posarsi, pesantemente e dolorosamente, sulla plancia di gioco sconvolgendo la distribuzione delle lettere e favorendo la vincita della partita da parte del possessore del MAZZO.

Un bacio, un abbraccio e tanta serenità a tutti i portatori di mazzo e non.

;) Rosa

Dragone ha detto...

AMAVAMO LO SCRABBLE,DURO GIUOCO DI (P)OCHI APPASSIONATI.
CONSISTE NEL FORMARE CON DOVIZIA PAROLE ANCHE BUFFE.
QUESTO EMOZIO(N)A E MERAVIGLIA TUTTI.

tartaruga ha detto...

Penso che la cosa più difficile sia creare una frase semplice e sensata, più facile invece dare spazio alla fantasia per creare frasi originali ma con poco senso logico.
Complimenti Diego ! La semplicità della frase da te creata è stupefacente!

Nicotorres ha detto...

Mi associo ai complimenti di Claudio, davvero bravo Diego.

lalina ha detto...

bellissima quella di diego :)

Dragone ha detto...

Grazie,mi sono divertito molto a cercare un frase sensata e attinente al gioco.
Mi fa piacere che vi sia piaciuta.