domenica 26 luglio 2009

La mela Cotogna 25-26.07.2009 - il resoconto

IL GRANDE RITORNO

Finalmente Stefano Torzoni ce la fa! Dopo ben nove anni dalla sua ultima affermazione si aggiudica la tappa di Codogno del circuito nazionale di Scrabble.
Il presidente del neonato club fiorentino domina la prima giornata vincendo tutti e quattro gli incontri disputati e praticamente domina anche la giornata di domenica perdendo solo l'ultimo, ininfluente, match contro Rino D'Ambrosio che alla fine si classificherà terzo.
Secondo classificato Andrea Gianni che, nonostante l'ottima ed inaspettata prestazione presumibilmente perderà 20 pt nel ranking nazionale essendo quello di Codogno l'ultimo torneo da lui vinto proprio due anni fa.
Il gradino più basso del podio spetta al maestro Rino D'Ambrosio che conferma la sua ormai proverbiale costanza di risultati ad altissimo livello.
Ottimo il torneo di Fabrizio Mereu, ultimo tra i giocatori con 5 vittorie e due sole sconfitte.
Ci fa piacere segnalare il grande torneo disputato da Gino Lisi, fortissimo giocatore fiorentino, conclude al quinto posto ma rimanendo sino alla fine in lotta per la seconda piazza.
Un pò sotto tono invece il torneo di Claudio Veca; la tartaruga nazionale ci aveva abituato a "prestazioni occasionali" ben più entusiasmanti di quella offerta alla mela cotogna 2009.
Infine un ringraziamento di rito all'organizzatrice, Carla Morisi, che come sempre ha scelto una piacevole sede nella quale trascorrere questi due giorni di scrabble e divertimento.
Un grazie a tutti i partecipanti ed un arrivederci a Gaeta 2009.

CLASSIFICA
  1. Stefano Torzoni (FI) - 12 - 54 - 6 - +675
  2. Andrea Gianni (MI) - 10 - 52 - 6 - +312
  3. Rino D'Ambrosio (RM) - 10 - 50 - 4 - +635
  4. Fabrizio Mereu (MI) - 10 - 48 - 4 - +278
  5. Gino Lisi (FI) - 8 - 56 - 6 - -232
  6. Christian Leri (RM) - 8 - 54 -6 - +269
  7. Ermanno Romano (NA) - 8 - 48 - 0 - +336
  8. Andrea Penati (MI) - 8 - 48 - 0 - +169
  9. Diego Ghilotti (LO) - 6 - 54 - 4 - +368
  10. Claudia Braun (MI) - 6 - 50 - 4 - -728
  11. Claudio Veca (MI) - 6 - 40 - 0 - +133
  12. Rossana Lavoratorini (GE) - 6 - 36 - 0 - -175
  13. Alberto Capponi (MI) - 6 - 36 - 0 - -439
  14. Maurizio Morocutti (GE) - 4 - 38 - 0 - -510
  15. Carla Morisi (LO) - 4 - 38 - 0 - -531

FOTOGRAFIE

13 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao,

un bel fine settimana, bello il posto, pratico e rapido il ristorante la sala da gioco confortevole (solo qualche mosca di troppo) e capiente.
Una location azzeccata ideale per chi viene anche solo ad accompagnare chi gioca.

mi permetto di ringraziare il buon diego che si è prodigato per l'intrattenimento post torneo facendo più che egregiamente gli onori di casa.

per me poteva anche finire così
solo che questa volta ho pure vinto
e anche se ciò mi riempie di gioia
vi garantisco che non è per questo che vado su e giù per l'italia ogni volta che posso. E' che mi piace proprio passare un po'di tempo con questo magnifico eterogeneo e simpatico gruppo.

un doveroso ringraziamento a carla che ogni anno rende possibile col proprio impegno che questo appuntamento esista.

miciogigio

Lalina ha detto...

ebbravo, ebbravo :-))

Anonimo ha detto...

Complimenti, Stefano :-)
Mi è spiaciuto non essere lì con voi, ma vi ho pensato!!!
Ciau
Marghe

Anonimo ha detto...

vivere al mare vuol dire avere sempre ospiti estivi quindi (sigh) mi son persa la mela cotogna :(
ma per gaeta .....
complimenti a tutti, bravo Miciogigio :)))
ivania

Anonimo ha detto...

Codogno ha dimostrto ancora una volta che la ragione principale - se non l'unica - che spinge a giocare, affrontando spese, lunghi viaggi di trasferimento, stress,compromessi familiari e non, mosche o zanzare a seconda delle latitudini, improbabili spaghetti all'astice, è unicamente la passione smodata, simile a quella che altri hanno per il denaro o per le escort (chissà perchè solo pugliesi!!! potremmo chiederlo ad andij). Che cos'altro secondo voi, se non questa passione, può portare da roma e firenze fino a codogno e ritorno (con un allungo a campobasso la stessa domenica sera) tre ultra cinquantenni o quasi, su una macchina di riserva (un'onesta punto al posto della più titolata mercedes)priva di aria condizionata? Aria condizionata, badate bene, non funzionante per colpa di un fusibile fulminato. Sì; di un semplice fusibile fulminato. C'è da vergognarsi solo a raccontarlo. Eppure a bordo c'erano tre patentati da una vita con migliaia di chilometri percorsi!!!
E poi a passare la notte del sabato quasi in bianco a riflettere su un COEGUALE piazzato con sufficienza da quel vecchio marpione del ginettaccio, o sull'avversario del giorno dopo, oppure a cercare di chiudere un occhio negli intervalli tra uno stropiccio di piedi dell'ultimo nottambulo o il tintinnio di vetri. Provate voi a dormire in una stanza che affaccia in un cortile dove ogni ics minuti qualcuno butta su mucchi preesistenti bottiglie di vino o di birra vuote. Eh sì! perchè l'hotel è tuttt'uno col ristorante bottiglieria aperto fino a notte fonda!!! E che dire del viaggio di ritorno da firenze, dopo aver lasciato i due compagni di viaggio, affrontato per i primi chilometri in autostrada senza la cintura,assolutamente impraticabile perchè tutto il sudore emesso dal conducente precedente si era concentrato su di essa?
Si scherza, ovviamente!! Tutto si supera poi per la gioia palese di vedere l'ex stampellato finalmente sul gradino più alto del podio, e per la gioia meno palese di averlo cmq battuto!
Questa è la verità!!! Tutto il resto, come diceva il poeta,....è noia. Alla prossima avventura, ciao rino.

Anonimo ha detto...

complimenti stefano ..continua così samsara

Norrin Radd ha detto...

Coeguale è bellissima.

lalina ha detto...

comunque, per precisare... stefano ha vinto perchè non c'ero io :-)

Anonimo ha detto...

medaglie d'oro al valore civile...altro che semplici parole! l'eroismo va sottolineato.
cmq dopo la vittoria il miciogigio sta dando i numeri dopo aver ingerito la polverina delle clessidre dello scrabble da tavola, come giustamente analizza lalina. quindi, prima di analizzare batteriologicamente e non solo il contenuto delle clessidre, occhio ai premi che distribuite!!!!
ivania

indurain ha detto...

Rino...
non era fulminato solo il fusibile, mi sa... :-)

Anonimo ha detto...

il campione italiano in carica nonchè defender della coppa america, fa lo spiritoso. Non sa cosa l'aspetta il prossimo mese di settembre a firenze.....rinodam

indurain ha detto...

Cazzo la randa! :-)

lalina ha detto...

:-) e vai a gonfie vele :-))